La Rocca

La Rocca di Arignano rappresenta un punto di riferimento per tutto il territorio, data la sua configurazione e la sua posizione dominante rispetto al paese.

È un raro esempio di architettura gotica militare nell’area del Monferrato, arrivata in buono stato di conservazione fino ai nostri giorni. L’iniziale funzione difensiva del castello, la cui costruzione risale al secolo XI, diventa residenziale intorno al XIII secolo, quando la parte basamentale dei bastioni viene integrata con l’erezione di un palazzo centrale, che non sarà mai completato a causa delle incursioni prima di Federico Barbarossa e poi del mercenario Facino Cane, che espugnò la Rocca.

Le velleità del signore feudatario di esprimere il suo potere sul territorio, si infrangono bruscamente, come anche il destino dell’edificio, che rimarrà incompiuto e abbandonato fino al 2016, anno di inizio dei lavori di recupero.